#LOSHAKESPEARENONSIFERMA

La chiave: il cambiamento

 

All’inizio le notizie sembravano palle da biliardo che mai arrivavano in buca.
Poi un silenzio: silenzio assordante. L’inquietudine piano piano lascia il posto alla rilassatezza educata dall’impossibilità di poter fare… incontrare… andare…
Fermi!
La costrizione diventa accettazione per necessità.
E lasciarsi andare…
Raggiungere l’apatia.
Arrivare dove non ti è mai permesso. L’essere umano ha una capacità di adattamento sorprendente.
Ora nessuno decide la tua vita, nemmeno l’orologio… quale tiranno!
Bello arrivare fino qui senza reagire… Gustarsi quest’occasione.
Dopo poco però capisci che non stai bene veramente.
Vorresti irrompere nella vita nuova o vorresti ritornare in quella di prima.
Invece no. Ti rassegni. Ti affidi. Ti accetti.
E proprio in questa dimensione piano piano in te iniziano ad accendersi delle piccole fiamme… Una alla volta. Quella che ti fa alzare dal letto, quella che ti fa fare sport, quella che ti fa ricominciare il gusto della fatica tanto temuta: e di nuovo ti senti vivo… E capisci che cosa non ti piaceva prima… ti sentivi morto.
Il gusto del fare e il senso estetico del bello e l’istinto di desiderare non sono quelli di prima, sono nuovi… E piano piano l’essere umano si riadatta ancora e ancora alla nuova situazione. L’allenamento al cambiamento, quindi il cambiamento stesso, è ciò che ci fa guardare sempre la vita con occhi nuovi e ci permette di meravigliarci ogni volta.
Che meraviglia!

OPERA
OPERA