Lezioni in tempi di Coronavirus

“È nella crisi che il meglio di ognuno di noi affiora; senza crisi qualsiasi vento diventa una brezza leggera. Cerchiamo di lavorare sodo, invece. Smettiamola, una volta per tutte, l’unica crisi minacciosa è la tragedia di non voler lottare per superarla.”
(E. Einstein)

L’alternativa che la realtà ci pone in questi giorni, anche attraverso le citate parole di Einstein, è molto chiara: o accettare la sfida e la possibilità di crescere e scoprire qualcosa o una lenta agonia caratterizzata dal continuo lamento che, in questi giorni, viaggia in compagnia delle continue avvertenze e suggerimenti su tutti i comportamenti corretti da avere, che però non ci aiutano a rimetterci in moto, a farci venire il desiderio di lavorare, di vivere, di godere delle cose che ci sono. E che, evidentemente, non sono scontate (nemmeno a scuola lo è!).

Solo per questo sin dai primi giorni di sospensione delle lezioni, noi docenti, abbiamo deciso di rimetterci in gioco, per il desiderio di scoprire quel “meglio” di cui parla Einstein. La circostanza si impone, le scuole sono chiuse, ma il desiderio di conoscere insieme, di poter fare la strada insieme ai nostri alunni non è venuto meno. Ecco perché abbiamo deciso di svolgere alcune lezioni on-line, di lavorare con i nostri studenti, di programmare insieme le une e le altre in Collegi virtuali.
Ogni giorno della settimana gli alunni hanno ricevuto un calendario con le convocazioni per le lezioni in diretta con i professori oltre al materiale e alle indicazioni per svolgere eventuali esercitazioni. Matematica, italiano, filosofia, storia, spagnolo, sono solo alcune delle lezioni svolte oggi. La creatività non ha confini, alcuni docenti hanno sviluppato la lezione supportati da presentazioni power point condivise, altri lezioni interattive, altri ancora tramite la condivisione della lavagna per svolgere insieme gli esercizi.
Certo i programmi si devono svolgere, ma non è solo per questo. Sarebbe troppo poco. Per noi è troppo poco. Non facciamo scuola solo per svolgere programmi, per comunicare nozioni ma per raccontare, per mostrare ai nostri alunni che qualunque sfida la realtà ci imponga possiamo guardarla, affrontarla, anche nella fatica, ma soprattutto che ne vale la pena.
Non si esce dalla crisi da soli, ma solo guardando qualcuno che è vivo e che non ha paura di lottare per superarla, tanti intorno a ciascuno di noi, hanno già incominciato a farlo.

WhatsApp Image 2020 03 05 At 14.04.19
WhatsApp Image 2020-03-05 At 14.04.19
WhatsApp Image 2020-03-05 At 14.04.19 (2)
WhatsApp Image 2020-03-05 At 14.04.19 (1)
WhatsApp Image 2020-03-04 At 20.33.00
WhatsApp Image 2020-03-04 At 13.51.02
WhatsApp Image 2020-03-04 At 11.14.19
WhatsApp Image 2020-03-04 At 14.41.41
WhatsApp Image 2020 03 05 At 14.04.19 WhatsApp Image 2020 03 05 At 14.04.19 (2) WhatsApp Image 2020 03 05 At 14.04.19 (1) WhatsApp Image 2020 03 04 At 20.33.00 WhatsApp Image 2020 03 04 At 13.51.02 WhatsApp Image 2020 03 04 At 11.14.19 WhatsApp Image 2020 03 04 At 14.41.41